Sei in: Archivio Europa Marche Marche, Europa: Iniziativa dei cittadini europei per la libertà, firma per il tuo diritto di sapere!

Marche, Europa: Iniziativa dei cittadini europei per la libertà, firma per il tuo diritto di sapere!

Vivere Marche.it del 03 Maggio 2013

Nell'ultima sessione plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo sono intervenuto nel dibattito a difesa del pluralismo dei media. Oggi, grazie all’Iniziativa dei Cittadini Europei, un nuovo strumento di democrazia diretta previsto dal Trattato di Lisbona, è possibile salvaguardare con norme comuni e vincolanti il diritto a un’informazione indipendente e pluralista, come sancito dalla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea.

L'iniziativa dei cittadini è uno strumento bellissimo che permette di poter condizionare le istituzioni in un periodo in cui la credibilità europea presso la nostra società è ai minimi storici. Che sia ai minimi storici non lo dice l'Eurostat ma lo dice il confronto con i cittadini europei, lo dicono le bandiere europee bruciate nelle piazze greche e altro ancora.

Già in passato sono stato tra i promotori di un'altra l'iniziativa del pluralismo dell'informazione che purtroppo non ha avuto successo positivo ma quanto sarebbe bello se attraverso l'iniziativa dei cittadini si riuscisse a risolvere i problemi in stallo nelle istituzioni.

L’Italia per troppo tempo è stata un esempio negativo, con un servizio pubblico radiotelevisivo assoggettato alla politica, oltre alla commistione del potere economico, politico e mediatico consentito per legge, legittimando così un conflitto d’interesse senza pari al mondo. E purtroppo abbiamo fatto scuola: il peggioramento della normativa nel nostro paese è stato seguito da mosse restrittive anche in altri, come l’Ungheria, la Bulgaria e la Romania. Anche in un paese con un sistema mediatico maturo come la Gran Bretagna, le inchieste in corso sul gruppo Murdoch stanno dimostrando come è la democrazia a soffrire in situazioni di concentrazione eccessiva dei media.

La libertà e il pluralismo dei media sono in pericolo Europa, a rischio vi é un’informazione indipendente, libera e plurale. Oggi é possibile rivendicare questo diritto firmando a sostegno dell’Iniziativa Europea per il Pluralismo dei Media.

Con questo nuovo strumento vogliamo chiedere in particolare:
1) Una legislazione efficace per evitare la concentrazione della proprietà dei media e della pubblicità;
2) una garanzia di indipendenza degli organi di controllo rispetto al potere politico;
3) la definizione del conflitto di interessi per evitare che i magnati dei mezzi di informazione occupino alte cariche politiche;
4) sistemi di monitoraggio europei più chiari per verificare con regolarità lo stato di salute e l’indipendenza dei media negli Stati Membri.

Per questo abbiamo bisogno di raggiungere un milione di firme, un numero che permetterà all’Iniziativa e a tutti i cittadini che partecipano alla campagna di aprire un nuovo processo legislativo a livello europeo.

Firmare è semplice e può essere fatto anche online a questo link www.mediainitiative.eu/it/, amici marchigiani fatelo in tanti!

Leggi l'articolo su Vivere Marche.it