Sei in: Archivio Italia Positiva Il patronato San Vincenzo di Bergamo: un buon esempio di solidarietà ed utilizzo dei fondi europei

Il patronato San Vincenzo di Bergamo: un buon esempio di solidarietà ed utilizzo dei fondi europei

Negli ultimi mesi ho avuto il piacere di conoscere e avvicinarmi alla realtà dell' Associazione di formazione professionale "Patronato San Vincenzo" gestita da Don Alessandro Messi, organizzazione senza scopo di lucro rivolta ai giovani e ai più svantaggiati, ai gruppi socialmente emarginati e alle donne vittime di tratta per sfruttamento sessuale.

 

In controtendenza con il clamore che caratterizza i nostri giorni, sono venuto a conoscenza di una realtà fatta di lavoro quotidiano e silenzioso a fianco dei più emarginati, per cercare di offrire loro non mera assistenza ma una concreta possibilità di riscatto attraverso il lavoro, la professionalizzazione e il trasferimento di competenze.

 

Avevo, dunque, invitato Don Messi a partecipare al corso di europrogettazione da me organizzato a Perugia nell'ottobre 2011, consapevole di quanto una corretta conoscenza delle dinamiche europee potesse costituire una risorsa fondamentale per l'associazione. In quel caso, il Patronato aveva infatti avuto modo di integrare un percorso di competenze in ambito di progettazione europea che era già stato intelligentemente avviato all'interno della loro struttura. Queste righe sono per condividere con voi l'ottimo risultato che il Patronato é riuscito ad ottenere con l'approvazione del progetto di ARETUSA (network di cui fa parte) presentato sulla linea di finanziamento Daphne – operating grant. La notizia mi sembra ottima non solo perché credo che il Patronato, ed ARETUSA in generale, svolgano un ottimo lavoro nell'ambito in cui operano- lavoro che verrà valorizzato al massimo con questo finanziamento; ma anche perché rappresenta un valido esempio per tutte le altre realtà associative nel suo aprirsi, con la giusta ambizione, alle opportunità che offre la nostra bistratta Europa.

Gli stessi corsi di europrogettazione che organizzo periodicamente, pur trattando la tematica da un punto di vista generale, rincorrono il grande obiettivo di avvicinare privati, associazioni e amministratori all'esteso mondo dei fondi europei, risorse preziose ma poco conosciute. Con un grande sforzo, il Patronato ce l'ha fatta: mi sembra questa un'ottima novella da condividere con tutti voi. E´ anche grazie a questo corso che il Patronato San Vincenzo, che si occupava già di progetti europei, ha ampliato le sue competenze e conoscenze in questo campo. Per questo motivo Don Messi ha voluto recentemente condividere con me il successo dell'approvazione del finanziamento europeo sulla linea Daphne operating-grant per le sue attività nel quadro della rete europea "Aretusa", della quale  é coordinatore. La rete europea di associazioni "Aretusa" svolge attività che hanno il fine di promuovere le pari opportunità tra uomini e donne in armonia con i valori e gli obiettivi del processo di integrazione europeo.

Inoltre, é una rete che promuove iniziative di prevenzione contro il traffico di esseri umani, purtroppo molto diffuso nei Paesi occidentali e che costituisce una grave violazione del principio di eguaglianza e dignità delle donne. Nell'Aprile scorso ho ospitato inoltre Don Messi per un seminario qui al Parlamento europeo al fine di diffondere la conoscenza sulle attività svolte dal Patronato nell'ambito di "Aretusa". Purtroppo l’ignoranza sul tema dei fondi europei è dovuta spesso alla poca formazione. Per questo ho deciso di organizzare questi corsi da quando sono stato eletto, perché é importante conoscere il meccanismo per poterli utilizzare. Sono veramente orgoglioso del fatto che il lavoro svolto durante i corsi di Europrogettazione stia dando i suoi frutti.