Sei in: Archivio Italia Positiva Maria Pia Passigli: una vita passata nel volontariato

Maria Pia Passigli: una vita passata nel volontariato

Qualche settimana fa ho visitato la Redazione di "Fuori Binario" il quotidiano di strada nato anni fa a Firenze per dare voce a tutti coloro che nella vita hanno subito e subiscono ingiustizie. Lì ho avuto il grande piacere di incontrare la responsabile, Maria Pia Passigli, una signora con una forza d'animo straordinaria, immersa profondamente in tante battaglie sociali in favore dei Senzatetto, gli Ultimi, gli Emarginati.

Maria Pia si batte per una città sempre più accogliente ed é intimamente convinta che, per fare ciò, occorra aprire le nostre menti e cambiare approccio con il mondo, perché, appunto, i Senzatetto non si possono eliminare né può fare finta di niente. I dati dimostrano come la povertà in Europa sia sempre più in crescita, e le categorie più a rischio sono sempre di più i giovani precari e gli anziani, di cui la maggior parte possiede una pensione che non permette loro di vivere dignitosamente.

 

La politica fa molto poco per loro. Le iniziative portate avanti dalle amministrazioni locali sono scarse e scarne. Non basta preparare loro la cena di Natale o aprire dormitori-ghetto accanto alle stazioni delle nostre città. E´ necessaria una organizzazione più capillare sul territorio, e fortunatamente vi sono molte associazioni di volontariato che riescono in parte a sopperire ove lo Stato è carente. La sede del giornale ospita infatti numerose iniziative solidali: mette, ad esempio, a disposizione dei Senzadimora prodotti vicini alla scadenza ritirati da negozi e supermercati.

 

Dobbiamo dire grazie a tutte le persone come Maria Pia Passigli, estremamente sensibile, altruista e profondamente umana, che da anni lotta per i diritti dei Senzatetto con tutta la sua energia.