Sei in: Archivio Italia Positiva Il 22 giugno L'Aquila riprende il volo ... a pedali!

Il 22 giugno L'Aquila riprende il volo ... a pedali!

Sono passati quattro anni dal terremoto dell'Aquila e l'immagine di una città spettrale, come devastata da una guerra, non è svanita. L'iniziativa del 22 giugno vuole farci riflettere anche su questo. Transumanza a pedali è un'idea promossa da diverse associazioni (tra cui Tête de Bois, Action Aid, A Sud, Circolo Arci Querencia, Comitato 3e32, Gruppo di AQuisto Solidale, Piazza d'Arti) e patrocinata dal Comune dell'Aquila. 

Il 21 giugno si parte da Roma e da altre città italiane, in bici, ma anche a piedi o in treno per raggiungere l'Aquila.

Il 22 s'invaderà l'Aquila, per incontrarsi, discutere, mangiare e godersi, alle 21:00, il concerto dei Tête de Bois e del Banco del Mutuo Soccorso, sul Palco a Pedali, un palco alimentato unicamente da 128 biciclette.

Si tratta di un'iniziativa pensata proprio per dare visibilità all'Aquila e ai suoi cittadini, trasmettendo un messaggio di tutela dell'ambiente.

I due obiettivi sono complementari, spiega Matilde Cristofoli, di A Sud - Ecologia e Cooperazione ONLUS : "Non basta (ri)costruire L'Aquila, bisogna pensare a come lo si fa. Nel capoluogo abruzzese é necessario ricostruire il tessuto sociale della città, ridare linfa ai suoi quartieri e al suo centro, compensare quella dispersione che ha svuotato il suo centro nevralgico. La ricostruzione ha trasformato la città in agglomerati di valli con centri commerciali, la struttura urbana e sociale é dislocata e ciò comporta un uso maggiore  delle automobili".

Arrivare all'Aquila in bici, a piedi o in Treno, significa trasmettere un modello diverso di ricostruzione, più attento alla dimensione ambientale e umana e dunque più sostenibile.

In viaggio verso il capoluogo c'è anche il gruppo "La lunga marcia verso L'Aquila" partito da Novi di Modena il 25 Maggio. La lunga Marcia arriverà all'Aquila nella mattinata del 22 giugno, dopo avere congiunto territori segnati da episodi tellurici nella storia e nella memoria. Il gruppo in arrivo da Roma e quello della Lunga Marcia hanno appuntamento alle ore 17 del 22 giugno nel capoluogo abruzzese, per salire insieme verso il centro ed essere accolti dalla cittadinanza aquilana.

Una cittadinanza che partecipa attivamente alla preparazione e organizzazione dell''evento a livello istituzionale, associativo e privato. Il Comune dell'Aquila in primis ha patrocinato e finanziato l'evento, una grande ed eterogenea piattaforma di associazioni é al lavoro per la sua realizzazione con l'aiuto e il sostegno dei cittadini aquilani. Coltivatori, agricoltori e gente del posto porteranno in piazza i propri prodotti e i banchetti gastronomici locali faranno da cornice culinaria all'evento. In serata, il concerto di Tête de Bois e del Banco del Mutuo Soccorso (A proposito...l'equipe che alimenterà il palco a pedali sta ancora reclutando volontari, quindi chi fosse interessato può visitare il sito dell'iniziativa http://www.tetesdebois.it/transumanza-a-pedali e iscriversi al "Palco a pedali".)

"Nella tragedia del terremoto, L'Aquila ha una possibilità, quella di ricostruirsi a misura di uomo, di donna, di disabile, di bambino e di ambiente " precisa Sara Vegni, referente di Action Aid Abruzzo. Invadere L'Aquila con bici e camminanti, organizzare un concerto che sfrutti energia alternativa, significa non solo ripopolare il capoluogo abruzzese ma anche diffondere una nuova cultura della ricostruzione più vicina ai bisogni della popolazione.

SCARICA IL PROGRAMMA

VAI ALL'EVENTO