Sei in: Archivio Italia Positiva “Vendita di solidarietà” a Roma il 19 ottobre

“Vendita di solidarietà” a Roma il 19 ottobre

In occasione della Giornata mondiale del rifiuto della miseria, Emmaus apre le proprie porte e organizza sabato 19 ottobre 2013 (orario continuato‚ dalle 9.00 alle 19.00) a Roma in Via del Casale de Merode 8, a due passi dalla ex Fiera di Roma, in zona Eur, una vendita straordinaria nel mercatino usato solidale che vede la partecipazione di comunità e gruppi di Emmaus Italia.

Sarà messo in vendita il meglio di quanto donato a Emmaus (libri, mobili, ricami, oggetti da collezione, modernariato e tanto altro) e sarà per molti l'opportunità per conoscere questa realtà dove, in tanti anni, sono state accolte molte persone in difficoltà a causa dell’impoverimento e dell’emarginazione. Insieme, molti di loro hanno ricominciato a vivere, sentendosi utili per gli altri, fieri di provvedere da soli al proprio sostentamento.

Il ricavato della vendita sarà devoluto a Emmaus Italia‚ per il sostegno alle comunità italiane‚ e a Emmaus Internazionale per contribuire alla realizzazione di pozzi d’acqua potabile nei villaggi sul lago Nokouè in Benin (Africa).

Alle ore 19.30 ci sarà la presentazione del documentario “… e gli altri?” un viaggio nella realtà di Emmaus, girato dall’associazione Artigiani Digitali.

Alle ore 20.30 si prosegue con la presentazione dell’antologia “La Casa di Cartone” a cura di Girolamo Grammatico.

Si terminerà in musica con il concerto della cantautrice Alessandra Parisi, vincitrice del Premio De Andrè con "Il valzer di Roma" nel 2013.


Per ulteriori informazioni:

Emmaus Roma

tel. 06.5122045 - fax 06.97658777

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.emmausroma.it


* EMMAUS è un movimento internazionale di solidarietà per la giustizia fondato nel 1949 in Francia dall'Abbé Pierre e dal suo incontro con un ex ergastolano. Un incontro di uomini che unirono le loro forze e le loro vite per aiutarsi a vicenda e soccorrere coloro che soffrono, convinti che la solidarietà crea nuova solidarietà