Sei in: Chi sono Articoli

Articoli

Anche alle elezioni europee, è ora che l'ambiente torni al centro del dibattito politico

Da L"HUFFINGTON POST" | 28/04/14

Se c'è un tema che al momento è di fatto accantonato in vista delle prossime elezioni europee, questo è certamente l'ambiente.

In Italia ci affanniamo a parlare della crisi di Berlusconi, della leadership di Renzi, delle riforme (ormai quasi un mantra), del ministro Boschi single, ma del grande tema della tutela del nostro pianeta a parlarne sono davvero in pochi.

E a proporre idee e soluzioni sono ancora meno.

L'ecologismo, dopo il passaggio da cultura di nicchia a sensibilità diffusa, in Italia sta purtroppo patendo l'assenza di una rappresentanza politica consistente che sia di stimolo, nonché un drastico calo di attenzione dei mass media. È pur vero che in una fase di contrazione economica si bada più alla gestione dell'ordinario, ma si tratta di un compromesso al ribasso: ogni Paese necessita di un sogno, di una prospettiva, di una visione.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO SU L "HUFFINGTON POST

L'alleanza dei liberal democratici per l'Europa, la terza forza laica e liberalista.

Da L"HUFFINGTON POST" | 14/04/14

Qualcuno la scambierà per la solita coalizione elettorale tra partiti, e invece è una cosa tutta nuova per il provincialismo politico nostrano.

Leggi tutto...

Toolkit sulla partecipazione delle persone senza dimora

Ecco finalmente tradotto in italiano il Toolkit sulla partecipazione delle persone senza dimora che era stato lanciato al Parlamento europeo lo scorso ottobre insieme a FEANTSA per contribuire allo sviluppo dei servizi e dei processi decisionali rivolti ai senzatetto. Se davvero vogliamo costruire l'Europa lo dobbiamo fare con un approccio bottom up  e il toolkit sulla partecipazione è certamente utile : è importante che nel processo partecipativo si stabilisca un metodo di lavoro che consenta alle persone di partecipare alle decisioni e alle azioni che condizionano le loro vite.

Leggi tutto...

PAZIENTI + PARTECIPAZIONE = IL NOSTRO VOTO

Ho aderito al Manifesto proposto da IL FORUM EUROPEO DEI PAZIENTI per le prossime elezioni europee di Maggio. Ho ritenuto fondamentale i punti che sono stati proposti per assicurare che tutte le politiche e le pratiche rispecchino le esi­genze della vita reale, le preferenze e le capacità dei pazienti e perché ci sia corrispondenza tra gli impegni presi e il lavoro futuro nei processi decisionali. Coinvolgere i pazienti collettivamente e in modo proattivo attraverso le loro associazioni rende ciascuno di loro un partner a pieno titolo nella gestione delle patologie, proporzionalmente alle capacità e situazione individuali.

Leggi tutto...

Consultazioni aperte alle PMI per la protezione degli investitori nel TTIP

Si segnala alle aziende italiane la possibilità di partecipare alle consultazioni pubbliche sull'inclusione della risoluzione delle controversie tra investitori e Stato (ISDS) nel partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti (TTIP) tra Stati Uniti e Unione Europea.

Le consultazioni si svolgeranno on-line attraverso un questionario, corredato di testi legali rilevanti per le negoziazioni, che la Commissione ha stilato con 12 argomenti chiave, che comprendono il diritto di regolamentare, il trattamento degli investitori giusto e equo, la trasparenza e il sistema ISDS. Ci sarà anche una domanda aperta che permetterà a coloro che interverranno di lasciare dei commenti liberi.

Il giorno 27 marzo 2014 la Commissione Europea ha sentito la necessità di lanciare queste particolari consultazioni in risposta ai dubbi sorti intorno allo specifico ruolo dell'ISDS, cercando di includere tutti gli stakeholders per permetter loro di esprimere il proprio punto di vista e avendo come obiettivo quello di definire un approccio europeo volto alla protezione degli investitori.

 

Leggi tutto...

I tremendi abusi dello Jugendamt tedesco sui bambini e il quieto vivere dei nostri governanti

Da L'HUFFINGTON POST " | 28/03/14

Lo Jugendamt è l'agenzia federale tedesca per l'infanzia: le sue decisioni sono di fatto vincolanti e in patria gode della fama di baluardo della protezione sociale.Una protezione basata su un pilastro: ogni bambino è un patrimonio della comunità e dello Stato, che in lui investe, e il suo benessere è legato a un'educazione tedesca, prioritaria su tutto. Così in caso di separazione di una coppia mista, lo Jugendamt ha le idee chiare: i figli restano in Germania, con la madre o il padre tedesco

Leggi tutto...

Un Sì all'Europa sostenibile

Da "Il Patto Sociale " | 27/03/14

Il Parlamento europeo è l’unica istituzione europea eletta direttamente dai cittadini e domenica 25 Maggio, avremo l’opportunità di scegliere direttamente i rappresentanti per i prossimi cinque anni.

L’Italia, con 73 deputati, è, dopo la Germania, il paese più rappresentato: per questo il nostro voto sarà un voto che farà la differenza.

Il WWF, consapevole del ruolo importante che avranno gli europarlamentari per quello che sarà il futuro dell’ambiente ha proposto a tutti i candidati alle prossime elezioni l’adesione al Manifesto "Parlamento Europeo 2014-2019: Creare una nuova Europa per il Pianeta".

Leggi tutto...

Spending review, ''Basta accanimento sui disabili''

Da "Il Patto Sociale" | 20/03/14

Se le voci di questi giorni saranno confermate il piano sulla spending review del governo Renzi ricadrà sui servizi ai disabili. Se così fosse certo, non sarebbe un buon inizio ed è una notizia che lascia increduli.

In Italia i disabili rispetto al resto d’Europa sono già penalizzati da un welfare inadeguato e preoccupa che le spese per il sociale, indispensabile riferimento per garantire una maggiore coesione sociale e non pesare ulteriormente sulle famiglie, siano spesso considerate inutili e ‘inefficienti'.

In queste ore, per giustificare i tagli, si cerca di strumentalizzare il problema dei falsi invalidi - un problema ereditato da una gestione clientelare della politica e assolutamente da arginare. Questi annunci che si prospettano sul mondo della disabilità producono però il solo risultato di generare un’enorme angoscia nei disabili e nelle loro famiglie.

Leggi tutto...

"All Together in Dignity": Università popolare del quarto mondo

Paupertas artis omnis perdocet (Plauto)

Mercoledì 5 Marzo, 2014 nelle sale del Parlamento Europeo si sono svolti degli incontri estremamente interessanti, se non illuminanti, che hanno caratterizzato un'esperienza unica per tutti i partecipanti.

La tredicesima Università popolare europea del quarto mondo è stata organizzata dalla ONG per la tutela dei diritti umani, Movimento Internazionale ATD del Quarto Mondo (All Together in Dignity) e non ha visto tra i banchi delle aule del parlamento i deputati bensì persone provenienti da diversi paesi europei con esperienza della povertà, sindacalisti, cittadini che lavorano contro l'impoverimento, contro la povertà e l'esclusione sociale, delegazioni di ONG che rappresentano queste realtà presso le istituzioni. 

Leggi tutto...

Pagina 5 di 35