Sei in: Chi sono Europee

Europee

Europea 35

Questa bella ragazzina ha quindici anni. Si chiama Beatrice e oramai molti la conoscono. Ma non conosceremo mai la sua forza d'animo (e quella dei suoi bravissimi genitori).

Per una meningite crudele ha perso a dodici anni entrambe le braccia ed entrambe le gambe. La davano per spacciata, e ha subito acconsentito alle amputazioni. Si è rimboccata le maniche e ha cominciato a correre nella sua nuova vita, con le sue quattro protesi. È divenuta campionessa mondiale di fioretto e sarà tedofora alle Olimpiadi di Londra. Al Parlamento Europeo ha raccontato la sua storia, che non ha parole da quanto è grande, che è un volo. Beatrice doveva restare impigliata nelle sventure del destino, e invece è il destino essere rimasto impigliato nella sua volontà.

Non avesse quindici anni, la vorrei Presidente della Repubblica. 

Leggi tutto...

Europea 34

Un tempo gli operai non erano servi. Non occorreva che fosse ben fatta per il salario, o in modo proporzionale al salario. Non doveva esser ben fatta per il padrone, né per gli intenditori, né per i clienti del padrone. Doveva esser fatta di per sé, in sé, nella sua stessa natura. Secondo lo stesso principio delle cattedrali. Era il lavoro in se che doveva esser ben fatto.

(da un pannello sul lavoro di una ricerca di alunni della scuola media di mia figlia)

Leggi tutto...

Europea 33

Forse, la prossima primavera, il pane uscirà da questo solco.

Forse, verranno invece la siccità e la grandine.

L'essenziale non è nel raccolto, l'essenziale è nella semina.

André Neher

Leggi tutto...

Europea 32

L'ottimismo è un obbligo morale.

Karl Popper

 

Leggi tutto...

Europea 31

Se tra cinquant'anni ci capitasse di leggere una breve biografia dell'Unione Europea, potremmo imbatterci in un epitaffio come questo: 

Leggi tutto...

Pagina 6 di 13