Sei in: Chi sono Europee

Europee

Europea 20

I fatti non importano più a nessuno. Sono meri punti di partenza per l'invenzione.
Jorge Luis Borges
(non è che pensava al TG1, a Mediaset? A buona parte della politica italiana?)

Leggi tutto...

Europea 19

"Non importa quanto si dà, ma quanto amore si mette nel dare"
(Madre Teresa di Calcutta, citata da Silvio Berlusconi al settimanale "Chi" rispondendo a una domanda sui suoi regali di Natale ai familiari)

"Perché il potere, sebbene pecchi come altri, pure possiede una specie di medicina che nasconde il suo vizio".
(Shakespeare, "Misura per misura", atto II) 

Leggi tutto...

Europea 18

"Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza timone in gran tempesta, non donna di provincie, ma bordello"(Dante- purgatorio)

1. La regola della politica italiana: primum vivere

Non il voto, ma l'esito del voto in parlamento, tutto ciò che lo ha preceduto, il rito dei commenti ex-post da parte di alcuni che in passato sono stati assenti, sono il trucco tipico della politica italiana, che ha compreso da tempo la lezione che per poter durare occorre darsi una regola, e restarvi fedele. È la regola di annunciare grandi cambiamenti per non cambiare niente, ribadendo la lezione del Gattopardo.

Leggi tutto...

Europea 16

1. I love Italy

"Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo, Ciechi che vedono, Ciechi che, pur vedendo, non vedono". (Saramago)

Spiegazione: riunione di lavoro insieme a Cristiana Muscardini, parlamentare europea eletta nel PDL e un commissario europeo e il suo gabinetto. Un commissario che conosce bene l'Italia, avendoci la solita casa di vacanza. Proprio il giorno della nostra riunione un grande giornale belga aveva pubblicato una pagina intera sul caso di Prato: distretto tessile in crisi, decine di migliaia di cinesi che lavorano al di fuori della legalità, una concorrenza impietosa per le aziende "indigene", ma anche una presenza di cui a lungo hanno approfittato interessi italiani e lasciata crescere fino al punto che la situazione è finita fuori controllo. Il commissario ci chiede: volete il "made in" per i prodotti fabbricati in Cina, e avete ragione, ma non fate niente per evitare che la produzione cinese abbia luogo nelle vostre stesse città.

Leggi tutto...

Europea 15

1. Vasto e il dover fare da soli

Di Vasto ricordo il ritmo impresso da Massimo Donadi alla tavola rotonda finale - la prima da anni che accoglieva, tra verdi e comunisti, PD e SEL, gli epigoni dell'Unione. Frantumi, e si vedeva: interventi enfatici ma inchiodati ai preamboli d'un accordo, nell'aria mancava il senso del dramma, dell'urgenza d'una risposta unitaria vera. L'Ulivo sembra non avere posteri: non solo non c'era una netta proposta comune su legge elettorale o addirittura sul perimetro dell'alleanza, o sul metodo della scelta del candidato premier (primarie o meno), ma nemmeno sul metodo per arrivare a queste fatidiche risposte. Tutti hanno chiesto a Rosi Bindi: siete il partito più grande, a voi spetta il compito di chiamare al tavolo i potenziali alleati. La Bindi concordava, ma da Vasto in poi sono passate già due settimane e l'inerzia prosegue.

Leggi tutto...

Pagina 9 di 13