Sei in: Cultura & Educazione RISTOMED per un successful ageing

RISTOMED per un successful ageing

Oggi la durata della vita di un individuo è notevolmente migliorata grazie a stili di vita confortevoli e progressi della medicina.Tuttavia l'Eurostat mostra che l'aspettativa di vita degli anziani europei è di 77 anni per gli uomini e 84 anni per le donne, ma nonostante questo, la maggior parte degli anziani vive in cattive condizioni di salute per lo più causate da problemi di origine sociale come la malnutrizione, perdita di appetito, basso reddito etc.

 

Dall'esigenza di migliorare le condizioni degli anziani Fabio Buccolini, project manager della VOX NET CEO e responsabile della R&D società che opera nel campo della sanità e della telemedicina, attraverso il finanziamento della Commissione Europea del Settimo programma quadro (FP7) ha dato vita ad un ambizioso progetto che mira a fornire delle soluzioni innovative.

Il progetto RISTOMED, iniziato nel Novembre del 2008 è stato la sintesi  di diverse esperienze e rappresenta l'inizio di una nuova visione attraverso la cooperazione di 8 partner provenienti da 4 paesi diversi fra cui Italia, Francia, Germania e Portogallo.

Buccolini sostiene che l'interazione tra i ricercatori universitari e i partner industriali (PMI, società di biotecnologia) ha avuto un ruolo fondamentale grazie alle lavoro sinergico fra vari esperti che hanno lavorato al programma, come: esperti di ICT, nutrizionisti, immunologi, gastroenterologi, medici ed esperti di marketing e cosmetici.

L' obiettivo primario di RISTOMED è quello di migliorare le condizioni di vita degli anziani e prevenire le malattie legate al processo di invecchiamento, ed introdurre quello che Buccolini chiama "successful ageing".

La finalità del progetto è quella di beneficiare delle sane abitudini alimentari con l'utilizzo di nuove tecnologie e nutraceutici (alimenti o prodotti alimentari che offrono benefici per la salute medica).

Un approccio multidisciplinare è al centro del progetto, infatti la Vox Net ha sviluppato un nuovo servizio di "sanità elettronica", attraverso l'utilizzo di una piattaforma software che integra i prodotti nutraceutici con le strategie biotech/ICT per far fronte alle specifiche esigenze nutrizionali.

La piattaforma diventa un elemento fondamentale per gli utenti perché si tratta di uno strumento a sostegno e delle attività nutrizionali degli alimenti fino a modificare, eventualmente, le loro abitudini alimentari fornendo informazioni generali su come mangiare correttamente al fine di mantenersi in forma.

Il valore aggiunto fondamentale del progetto RISTOMED è il servizio di sanità elettronica che consente alle PMI partecipanti di penetrare il mercato con la produzione e modelli di diete innovative e personalizzate producendo soluzioni web integrate per gestire meglio le esigenze dietetiche e nutrizionali di persone anziane con l'intento di prevenire le malattie legate all'età.

Inoltre, un convegno finale tenutosi a Roma nel 2011, ha evidenziato i seguenti risultati del progetto RISTOMED:

·   Sviluppo di nuovi e adeguati metodi innovativi  per valutare la dieta e la nutrizione degli anziani (di età 65-85 ) in Europa;

·   Acquisito conoscenze sia per una buona alimentazione che prodotti nutraceutici in grado di  prevenire l'infiammazione, lo stress ossidativo e microbiota intestinale nelle persone;

·   L'abbinamento delle persone anziane di diete personalizzate;

·   Sostanziali miglioramento delle sinergie tra le PMI e l'industria.

Concludendo Buccolini sostiene che i partner sono attualmente impegnati in attività di trasferimento tecnologico, sono pronti a dimostrare la competitiva ed i vantaggi del progetto e di portare un valore aggiunto al mercato dando il giusto sostegno finanziario.