Sei in: Cultura & Educazione Congresso Mondiale per la Libertà di Ricerca Scientifica

Congresso Mondiale per la Libertà di Ricerca Scientifica

Oggi e domani, 14-15 novembre 2013, si terrà presso il Parlamento Europeo di Bruxelles, una sessione preparatoria del prossimo incontro del Congresso Mondiale per la Libertà di Ricerca Scientifica organizzata dall’Associazione Luca Coscioni per la Libertà di Ricerca Scientifica e dal Partito Radicale in collaborazione con il mio ufficio.

 

Il Congresso Mondiale per la Libertà di Ricerca Scientifica, che si terrà a Roma il prossimo aprile, è un forum internazionale dedicato da una parte alla riflessione su ciò che sia da intendersi per "libertà di ricerca scientifica" e sul peso che la libertà della scienza svolge nella promozione delle altre libertà umane, dall'altra parte all'azione a difesa della libera ricerca, verificando la fattibilità di iniziative che vedano una collaborazione operativa di diversi portatori di interesse, e in particolare delle comunità che dovrebbero essere più attente alle questioni della scienza e della sua funzione sociale, come i ricercatori, i malati e i politici. "Dal corpo dei malati al cuore della politica" è il motto del Congresso.

In questa riunione preparatoria proveremo a rispondere ad alcune questioni di fondo: difendere la ricerca dalle minacce contro la sperimentazione a partire dalle iniziative a favore della libertà di ricerca su embrioni umani e staminali embrionali, promuovere la fondatezza scientifica del processo decisionale in politica, difendere la ricerca di base e il metodo scientifico (senza negare le sinergie tra economia di mercato e progresso tecno-scientifico), promuovere la formazione e la cultura scientifica (intervenendo sui programmi scolastici e sulla sensibilizzazione dei mezzi di comunicazione)

Fra coloro che hanno confermato la loro presenza vi sono: Emma Bonino (Ministro degli Affari Esteri, Italia), Tonio Borg (Commissario Europeo per la Salute e la Politica dei Consumatori), Guy Verhofstad (Presidente di ADLE al Parlamento europeo), Faouzia Charfi (fisico, già Segretaria di Stato per l’insegnamento superiore, Tunisia), John Harris (Direttore dell’Institute for Science, Ethics and Innovation, Università di Manchester); Bernat Soria (scienziato, già Ministro della Salute, Spagna); John Sulston (Biologo, Premio Nobel per la Medicina, 2002).