Sei in: Libri L'Europa in 12 poeti di libertà

L'Europa in 12 poeti di libertà

Titolo: L'Europa in 12 poeti di libertà

Editore: Festina Lente

Genere: Poesia

Argomento: Libertà

Pagine: 85

Data Pubblicazione: 2010

Poesia e libertà sono sorelle. Si scrive, si legge, si ascolta la poesia per un moto di espansione, per ritrovarsi con se stessi. Tanto che i poeti sono spesso considerati sovversivi - la poesia è uno spazio di approfondimento così intimo da sfuggire ai controlli. Per questo Philippe Gaillard, delegato della Croce Rossa a kigali durante il genocidio ruandese del 1994, ogni sera organizzava una lettura di poesia radunando coloro che si erano rifugiati alla Croce Rossa per scampare il massacro. Fuori si ammazzava a colpi di macete, dentro si leggeva Rimbaud, probabilmente i più straordinari reading di poesia che si ricordino.

 

Solo in apparenza era uno spettacolo incongruente:certo, la poesia non poteva fermare la mattanza, ma curava le anime e spronava alla libertà negata. Accadeva pure a Sarajevo, durante l'assedio -poesia come resistenza e consolazione. Anch'io, in Afghanistan, "curavo" la giornata a ridosso dei campi di battaglia leggendo versi sufi ( e non ero il solo), e perfino al Parlamento Europeo, durante i momenti più critici, non sarebbe male ripassare un sonetto.

 

Anche il cammino dell'Europa per trovare se stessa, unita e libera, é costellato di poesia. Tanto che le dodici stelle europee sono in queste pagine dodici poesie, dodici lingue, altrettante declinazioni della libertà, e costituiscono una sorta di storia in versi dell'Europa. Plinio Perilli le ha scelte e commentate con la sensibilità e la perizia proprie di chi sa entrare meticolosamente nelle trame dei versi, con uno scavare quasi artigianale, da intagliatore che ama l'odore del legno sul quale lavora. Al punto che ciascuna poesia più che presentata é qui rivelata. La poesia merita questa devozione, anche dalla politica. Perché se l'uomo si differenzia dagli altri animali per l'uso della parola, allora la poesia, la forma più elaborata della parola, è la nostra massima espressione. E se non offre soluzioni concrete, la poesia, come scrive Seamus Heaney, "non è distrazione, ma é pura concentrazione". E' l'attenzione, l'ispirazione, offerti da questi versi europei alla lotta per la libertà, per la libertà di un popolo dall'oppressione o per la libertà di un individuo dall'alienazione e dal conformismo.

(Tutta la bella Poesia è un atto di resistenza. Mahamoud Darwish)