Sei in: Parliamo di Per i meno tutelati

Per i meno tutelati

Una carta europea per persone con disabilità

Al Parlamento europeo ho aderito alla dichiarazione scritta che sostiene l'adozione di una carta Europea per la disabilità. La "European Disability Card" è una tessera personale, un vero e proprio documento ufficiale che permetterà al diversamente abile di chiedere il riconoscimento dei propri diritti in tutto il territorio dell'Unione.

Leggi tutto...

Attenzione costante sullo Jugendamt!

Carissimi,

sul periodico on line Il Patto Sociale è stata inserita la lettera inviata dalla dott.ssa Marinella Colombo. Vi chiedo di pubblicarla sui vostri blog, siti e pagine facebook, estendendo l’invito ai vostri amici e conoscenti.

Leggi tutto...

Diritti umani, da Tunisi a Bruxelles in kayak

Georges Alexandre è un attivista per i diritti umani franco-canadese dell’associazione Everyone ed è partito il 10 settembre scorso da Tunisi in canoa con l’obiettivo di presentare alle istituzioni europee una petizione in difesa dei diritti dei migranti. Il suo viaggio è un percorso di mobilitazione per dire basta alla politica sull’immigrazione di oggi e per difendere il diritto alla vita dei migranti.

Leggi tutto...

Lo Jugendamt e l'Europa silenziosa, verso un passo in avanti

Ieri con le colleghe Muscardini, Angelilli. Mazzoni, Toia abbiamo avuto il primo incontro tra il gabinetto della Commissaria Reding e i rappresentanti dei genitori dei bambini binazionali, tra cui Marinella Colombo, coinvolti loro malgrado, nelle vicende dello Jugendamt. Abbiamo chiesto l'incontro e finalmente l'abbiamo ottenuto per trovare una soluzione europea a un problema che sta mettendo a rischio la credibilità delle Istituzioni europee ma soprattutto per portare avanti una battaglia politica e morale e fare in modo che tutti i minori in Europa siano uguali.

Leggi tutto...

Fondi agli indigenti: prevalga l'Europa solidale

Il Parlamento europeo voterà domani il bilancio e le regole di partecipazione del Fondo di aiuti europei agli indigenti.

La richiesta delle commissioni affari sociali, bilancio e agricoltura è stata quella di mantenere il fondo al livello attuale di 3,5 miliardi di euro per acquistare cibo e vestiti per coprire le esigenze di base dei cittadini più poveri d'Europa nel corso degli anni 2014-2020.

Al dibattito di questa mattina, in seduta plenaria del Parlamento Europeo, ho chiesto di combattere su tre fronti:

Primo: la dotazione finanziaria. Non è demagogia sostenere che quando c'è da salvare le banche, si accorre sempre in forze, quando si tratta, letteralmente, di s-f-a-m-a-r-e i nostri concittadini, i fondi vengono addirittura tagliati.

 

Leggi tutto...

Pagina 5 di 23